HOME
ENERGY
ENERGY MANAGEMENT
DIAGNOSI ENERGETICA

DIAGNOSI ENERGETICA


La conoscenza dei consumi energetici
Le Diagnosi Energetiche mirano ad ottenere una conoscenza dei consumi energetici che risulta fondamentale per identificare le modalità di intervento disponibili e più efficaci: servono, quindi, ad individuare gli interventi migliorativi, sia impiantistici che di tipo manutentivo (come ad es. l’isolamento termico) idonei alla riduzione dei consumi del sistema analizzato.

La finalità di una diagnosi è quella di classificare gli interventi simulati secondo un ordine di priorità, in modo da ottimizzare il rapporto costi/benefici e scegliere gli interventi economicamente più vantaggiosi, seguendo i dettami della DIRETTIVA 2012/27/UE, recepita in Italia mediante il D.Lgs. 102/2014, che stabilisce il quadro delle misure per la promozione ed il miglioramento dell’efficienza energetica per l’obiettivo nazionale di riduzione entro il 2020 di 20 tep (Tonnellate di Petrolio Equivalente) dei consumi di energia primaria.


QUAL'È L'ITER?

  • modalità di utilizzo della struttura;
  • vettori energetici utilizzati per i diversi usi finali;
  • consumi medi annuali di ciascun vettore energetico;
  • raccolta fattori di aggiustamento;
  • visione delle eventuali schede tecniche relative a caldaie e/o impianti;
  • visione degli eventuali elaborati grafici presenti relativi alla struttura.
  • realizzazione del modello virtuale;
  • confronto fra i consumi reali e stimati dal modello virtuale.
In funzione della localizzazione delle dispersioni e dei rendimenti degli impianti verranno presentati i possibili interventi migliorativi di isolamento termico, modifica dei sistemi di generazione dell’energia termica (posa pannelli solari termici, sostituzione caldaia esistente...) ed elettrica, combinazione di soluzioni architettoniche ed impiantistiche;

Per ogni intervento proposto vengono evidenziati:
  • interventi di tipo edilizio/impiantistico (tipo di materiale isolante e dimensionamento, caratteristiche dell'impianto di riscaldamento, ecc...);
  • stima dei costi di realizzazione;
  • analisi delle possibili agevolazioni (come ad es Ecobonus, Conto Termico);
  • stima del tempo di ritorno dell’investimento.
La diagnosi energetica si conclude con lo schema comparativo dei diversi interventi possibili ottimizzando il rapporto costi/benefici, anche alla luce delle eventuali agevolazioni economiche previste e dell’investimento economico realizzabile.



COME POSSIAMO ESSERVI UTILI


  • la vostra azienda ha le caratteristiche che obbligano all’effettuazione di una DE: più di 250 dipendenti; con un fatturato annuo superiore a 50 M€ e un totale di bilancio superiore a 43 M€;
  • la vostra azienda è tra quelle considerate “Energivore: utilizza almeno 2,4 GWh di energia elettrica nell'anno di riferimento; ha un rapporto tra costo effettivo dell'energia elettrica e fatturato pari almeno al 2% e un codice ATECO prevalente riferito ad attività manifatturiera;
  • avete svolto una diagnosi energetica nel 2015 e si avvicina per Voi la scadenza del rinnovo entro il 2019;
  • implementate un Sistema di Gestione conforme a EMAS, UNI ISO 50001 o EN ISO 14001, e quindi necessitate di un audit energetico conforme al decreto 102;
  • siete proprietari, gestori o amministratori di edifici residenziali con impianti termici di potenza termica nominale del generatore maggiore di 100 kW.